l'autore del sito
i nostri collaboratori
il blog di jacopo
blog fotografico
motore di ricerca
r i s o r s e   o n l i n e   s u l l a   f i l o s o f ia   e   l ' i n f o r m a t i c a
sito v.1.6.0
menu principale vuoi collaborare con questo sito? clicca qui

Pillole di Saggezza
«»



"REPUBBLICA" DI PLATONE di: Pavel Maximov

La Repubblica è un dialogo composto da Platone nel suo periodo di maturità. Si tratta della sua massima opera, anche se non definitiva nell’evoluzione del suo pensiero (che mai è stato formulato una volta per tutte). Nei scritti precedenti Platone si è occupato dei problemi gnoseologici sollevati da Socrate, cercando di risolverli con la sua teoria delle Idee. Nella Repubblica i risultati di queste ricerche sono riassunti e riordinati, ma c’è di più, fanno da base ad un nuovo grandioso progetto: la teoria politica della città ideale.
Nei suoi dialoghi Platone ha più volte criticato il mondo politico del suo tempo (in particolare i governi democratici), perché secondo lui il sistema in vigore permetteva di salire al potere sopratutto a demagoghi ignoranti. Platone promuoveva l’opinione che fosse necessario rivedere radicalmente l’organizzazione politica della società, per rifondarla sul modello della vera sapienza che si raggiunge solo grazie alla filosofia. Questa revisione teorica è appunto la Repubblica, un dialogo diviso in dieci libri, esposto in forma di una lunga conversazione.
Il protagonista del dialogo è ancora Socrate, in occasione di una festa lui si reca a casa di un amico dove incontra altri ospiti fra cui Trasimaco, il famoso sofista. Inizia la conversazione fra gli invitati, ed il primo argomento è subito cruciale: che cosa è la giustizia? Trasimaco ha tesi aggressive: la giustizia coincide con l’interesse di chi detiene il potere, inoltre commettere l’ingiustizia in modo furbo è molto più conveniente che essere giusti. Con il suo solito metodo Socrate inizia una serrata confutazione smontando ben presto le tesi del sofista. Dagli argomenti di Socrate infatti la giustizia è risultata essere sapienza, virtù e forza, mente l’ingiustizia ignoranza, vizio e debolezza. Inoltre Socrate afferma che la giustizia è desiderabile sia per se stessa sia per i vantaggi che porta all’uomo giusto. Gli amici pregano il filosofo di dimostrare la validità delle sue parole, inizia così un lungo discorso.
[...]

Il testo completo lo puoi scaricare - per una comoda lettura - cliccando sul link poco sotto. Per commenti, suggerimenti o domande puoi contattare l'autore, Pavel Maximov, scrivendo al suo indirizzo email: maximov@inwind.it.

Scarica la versione .DOC - [38KB] - Compatibile con Microsoft Word.
Scarica la versione .PDF - [70KB] - Compatibile con Adobe Acrobat Reader.
Leggi la versione .HTML - Solo nel caso gli altri formati non vadano.

Copyright (c) 1996-2002 by Jacopo Agnesina
This material may be distributed only subject to the terms and conditions set forth in the Open Publication License, v1.0 or later.
(the latest version is presently available here).